L’intervista del mese: Gaetano Laterza

Intervista al pittore che non si sente artista

0
427

Chi è Gaetano Laterza ?
Sono nato nel 1950 a Bari, vissuto per diversi anni a Valenzano, tornato a Bari, legato da un bel ricordo a questa cittadina, dove torno per le mostre,il mio lavoro è stato nelle forze armate, sono stato all’estero molti anni, ho girato l’Europa e paesi arabi, sempre per lavoro. Adesso che sono in pensione mi sto dedicando alle mie passioni, cioè la Pittura e la Subacquea.

Quando scopri d’aver le potenzialità verso la Pittura? Chi t’ha introdotto?
Io la Pittura, l’ho sempre avuta nel sangue, in che senso, da ragazzo mi piaceva disegnare,dipingere,ogni volta che c’era una mostra o sapevo di un locale dove facevano una mostra di pittura entravo per guardarla, avevo sempre la passione,di dipingere, però per il lavoro che facevo non avevo mai la possibilità di fare quello che volevo, per gli orari, per questioni famigliari. Sono sempre stato un ‘appassionato di pittura, comprando quadri da pittori di strada.

Cose l’arte? La Pittura cosa sono?
Per me la Pittura è’ qualcosa per poter creare , sognare, fantasticare,e mi piace soprattutto dipingere le donne. Dipingo i volti nelle varie posizioni e nei vari temi, tipo la droga,la violenza sulle donne mostrando tutte le sfaccettature anche surreali , mi piace il surrealismo con forti motivazioni che rispecchiano il mondo attuale .

Perché le Donne ci domandiamo nella Pittura di Laterza?

Le Donne sono la linfa vitale del mondo, noi uomini senza le donne non siamo nulla,è constatazione di fatto che le donne sono il fulcro della famiglia. E’ la donna a far girare il mondo non siamo noi . Con la pittura vedo la bellezza della donna, non bellezza solo fisica ma anche quella interiore, quindi esprimo con la mia pittura la Bellezza della donna,la maternità.

Il Rapporto con il Mare?
Da quando avevo cinque ,sei anni ho iniziato ad amare il mare, andare sott’acqua,l’ho dipinto anche nei miei quadri, fondali, onde gigantesche,mi è’ sempre piaciuto il mare ancora di più da quando sono istruttore subacqueo e andando sott’acqua faccio fotografia, partecipando a mostre fotografiche posso dire che mi trovo meglio nel mare che sulla terra. L’estate ad esempio sono, cinque sei mesi con immersioni due volte al giorno facendo solo fotografia e insegnando ai ragazzi il rispetto per il mare.

Cosa sono i colori? Che colori ami di più?
Sono la vita per me, mi mettono gioia, mi mettono vitalità, amo i colori forti, i rossi, arancioni, gialli , blu , ho usato anche il bianco e nero in molti quadri, in molte sfaccettature, nei nudi soprattutto. Sperimento molto i colori per vedere un po’ le tonalità . Io sono molto materico , uso molta pittura a olio nei quadri, mi piace la materia. Sulla tela si deve vedere quello che ho in mente e sentire l odore dell’ olio.

La Frase di Wildcats” la bellezza rivela tutto perché non esprime nulla” quanto la condividi?
“Bellezza” non intendo bellezza fisica, ma quella interiore, avere l’animo buono, commuoversi davanti alle cose belle ( davanti a un fiore, opera d’arte ,donna, musica ,canto , paesaggio o animale ed ecc…).

Cosa diresti ad un ragazzo oggi? Avvicinarsi al mondo dell’Arte?
Ho iniziato a dipingere nel 2009. Io direi di iniziare nell’ arte quando si sente di farlo , sopratutto da giovane , non come me. Penso ogni tanto che se lo avessi fatto quando avevo vent’anni, oggi avrei tanta più esperienza e sperimentato tante cose.

Insegneresti ai giovani?
Io insegnerei ai giovani tutto quello che sò di buono. Comunque preferisco dipingere che insegnare, non passa un giorno senza farlo tranne in d’estate perché vado al mare. Io non mi sento artista, ma mi piace dipingere , per esprimere tutti i miei sentimenti ed emozioni e trasferirli ad altri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here