Valenzano solidale, con L’Altro Natale della Caritas si pensa al prossimo

La manifestazione ha coinvolto diverse realtà e tutto il ricavato verrà utilizzato per progetti solidali

0
1620

Decorazioni sfarzose e cenoni abbondanti, all’inizio non c’era nulla di tutto ciò, solo una capanna con un bue ed un asinello a riscaladare. L’Altro Natale, iniziativa promossa dalla Caritas parrocchiale di Santa Maria di San Luca, cerca di mostrare l’altra faccia del Natale. Tutta la manifestazione è improntata sulla solidarietà.

Alle otto di mattina i volontari hanno allestito i vari stand lungo il corridoio centrale di l.go san Francesco che conduce all’entrata della chiesa. Chi si è avviato a messa ha potuto così fare colazione con caffè e pancakes o acquistare dolcetti da portare a casa. Per i più piccoli peluche e giocattoli e animazione con Capitan America, Paperina, le Tartarughe Ninja e un Babbo Natale apparso visibilmente ringiovanito e dimagrito.

Probabilmente dimagrito per aver donato generi alimentari al banchetto di raccolta dell’iniziativa, dove si potevano lasciare anche indumenti usati. Il tutto verrà poi riutilizzato per progetti a fini solidali. “Con l’Altro Natale vogliamo sensibilizzare le persone a pensare all’altro, al prossimo”, ci spiega Nuccio Cipriani, uno degli organizzatori. “ll ricavato dell’iniziativa”, continua Nuccio, “viene infatti devoluto alla Caritas parrocchiale che utilizza questi fondi per assistere famiglie in stato di bisogno”.

Oltre a dare una mano concreta, la manifestazione punta a coinvolgere anche diverse realtà del territorio. A cominciare dallo SPRAR (Servizio centrale per richiedenti asilo e rifugiati) che è stato il promotore, quattro anni fa, della prima edizione, per passare da Agesci, Lucidafollia, Masci ed Ofs e finire all’Istituto Comprensivo Capozzi – Galilei i cui studenti hanno potuto donare giocattoli e peluche che sono stati poi venduti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here