Facciamo sopravvivere il Natale a Valenzano

L'analisi di Lino Castrovilli sulla festività natalizia valenzanese

1
412

A Valenzano l’estate e l’inverno s’assomigliano parecchio. Il clima non c’entra nulla. Che sia estate o inverno, i valenzanesi borbottano: “A Valenzano non accade mai nulla. A Valenzano non c’è mai nulla di interessante. Valenzano è un dormitorio. A Capurso, a Triggiano, ad Adelfia con due lire organizzano tante belle cose. Qua invece mai nulla”.

Siamo 18 mila umarells imbronciati, accalcati a ridosso delle macerie del nostro spirito di comunità, completamente andato a pezzi. Restiamo a braccia conserte, in attesa di un Salvatore delle festività che addobbi alla meno peggio le vie del paese, allieti con qualche bancarella la passeggiata della domenica mattina e chissà, magari pensa pure a qualcosa per i bambini.

Se fossimo davvero una comunità addobberemmo il paese con la stessa cura che abbiamo nel nostro salotto di casa. Non aspetteremmo né la decisione del Sindaco né la miracolosa apparizione di un albero di Natale il Largo Plebiscito. Abbelliremmo i balconi con ghirlande e festoni, vivremmo le piazze reali più di quelle digitali, sosterremmo con la nostra presenza lo sforzo di chi prova a smuovere un po’ gli animi in paese.

Perché il Natale migliore non è necessariamente quello confinante. A volte, spesso, resta imprigionato nelle case di chi ha buone idee ma poco entusiasmo attorno a sé. Non ci resta che chiederlo a Babbo Natale.

1 commento

  1. Perfettamente d’accordo. Il Natale si presta a fare da scintilla necessaria a riaccendere l’entusiasmo e l’orgoglio dell’essere valenzanese. Addobbare il proprio balcone penso lo faremo più o meno tutti, ciò che manca è l’occasione di vivere la comunità, di condividere l’addobbo o la luminaria. Sarebbe bello inventarsi qualcosa per riaggregare il paese intorno ad un evento, magari mettendo in evidenza le eccellenze culinarie ed artistiche della nostra realtà valenzanese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here