Matteo, il valenzanese che migliora il mondo in sella alla sua bici

Matteo Anaclerio è candidato al Premio Valenzanese dell'anno - 2018. È un cooperante internazionale e si occupa di progetti di sviluppo agricolo nel sud del mondo

0
800

Matteo Anaclerio è il primo dei 9 candidati al Premio Valenzanese dell’anno – 2018 che andiamo a presentare. Matteo è un agronomo e un cooperante internazionale, rappresentante di Mani Tese in Mozambico.

Ma cos’è un cooperante internazionale e di cosa si occupa nello specifico Matteo?

Matteo lavora per Mani Tese, un’organizzazione che dal 1964 promuove un nuovo ordine economico internazionale basato su giustizia e sostenibilità. Matteo nello specifico si occupa di vari progetti attraverso i quali l’agricoltura viene utilizzata come strumento per sviluppare aree del sud del mondo.

Pur essendo giovanissimo – ha solamente 29 anni – Matteo ha girato il mondo per lavoro. Dopo essersi laureato ed aver conseguito un master a Bari, ha incominciato a lavorare nelll’agricoltura sociale con pazienti psichiatrici e minori a rischio.

Poco dopo Matteo ho sentito l’esigenza di partire. È stato quindi selezionato per un anno di servizio civile in Bolivia, ad Tarija, dove ha lavorato sulla coltivazione biologica e sulla trasformazione dell’amaranto. Dopo quella prima esperienza non si è più fermato e nel 2017 incomincia collaborare con Mani Tesi per la coordinazione tecnica di due progetti in Guinea-Bissau in contrasto con le dinamiche migratorie locali.

Da febbraio a maggio 2018 è stato in Burkina Faso per la consulenza tecnica di altri progetti legati allo sviluppo della micro imprenditorialità femminile e al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni rurali. Ultimamente invece è impegnato in Mozambico per un progetto sullo sviluppo rurale sostenibile e sul rafforzamento il sistema agroalimentare locale.

Oltre al suo grande impegno nel sociale che ci ha spinto a candidarlo al Premio, Matteo si fa a riconoscere per le sue imprese fuori dal comune. Tornato per le vacanze a gennaio scorso, Matteo ha percorso oltre 800 km in sella alla sua bici partendo da Valenzano ed arrivando fino a Poggibonsi.

Matteo durante il viaggio in bici

Un pazzo, un visionario, o semplicemente una persona che ci ha visto lungo? Sicuramente un valenzanese d’eccezione!

Potrai votare Matteo Anaclerio come Valenzanese dell’anno –  2018 a partire dal 21 dicembre. I 3 più votati parteciperanno di diritto alla finale del 6 gennaio presso il Centro Culturale di Valenzano.

Qui l’elenco completo dei 9 candidati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here