Arrestato l’ex consigliere Massimo Sollecito: educatrici sottopagate e prestazioni gratuite nel suo asilo

Il noto imprenditore valenzanese avrebbe costretto 11 dipendenti dell'asilo di Francavilla Fontana ad accettare una retribuzione inferiore per più del 40 per cento rispetto a quella prevista dal contratto

0
1924

Altri guai per Massimo Sollecito, ex consigliere di maggioranza della giunta Lomoro. Il gip di Brindisi ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in regime di domiciliari per il 54enne. Secondo il Quotidiano Italiano il reato contestato è quello di estorsione continuata. Massimo Sollecito è infatti amministratore di fatto di una cooperativa che gestisce asili nido nel barese e nel brindisino.

L’asilo in questione è “Le coccinelle” di Francavilla Fontana dove l’uomo avrebbe costretto undici dipendenti ad accettare una retribuzione inferiore per più del 40 per cento rispetto a quella prevista dal contratto.  La Guardia di Finanza ha appurato che l’imprenditore non avrebbe dato ai dipendenti le maggiori somme loro spettanti, così come accertato a seguito di un controllo effettuato dall’Ispettorato del lavoro. L’ex consigliere era già finito al centro delle cronache dopo il caso del sequestro degli asilo nido di Valenzano e Francavilla Fontana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here