Valenzano, il bene confiscato alla criminalità diventerà una zona verde

Il bene, un'area di 1400 mq con capannone industriale, era stato confiscato nel 2009 al boss Angelo Michele Stramaglia

0
953

Il bene confiscato alla criminalità organizzata di via Martiri di via Fani diventerà un’area verde. Il bene, un’area di 1400 mq con un capannone industriale di 310 mq, era stato confiscato nel 2009 ad Angelo Michele Stramaglia. Quest’ultimo era il capo indiscusso della malavita locale e fu assassinato ad aprile dello stesso anno durante un agguato.

La notizia è arrivata attraverso una determinazione della segreteria generale della dott.ssa Capozzi. Lo scorso 20 giugno attraverso una deliberazione del Consiglio Comunale, è stato dato il via all’iter di riqualificazione del bene. La riqualificazione è stata affidata alla dott.ssa Giorgia Lubisco che si occuperà dal supporto alla redazione del progetto alla realizzazione di arredi della zona verde in materiali ecologici e riciclabili.

Il progetto, la cui realizzazione è prevista entro fine ottobre, rientra nel lavoro della Commissione Straordinaria di regolarizzazione dei ben 84 beni confiscati alla criminalità organizzata presenti nel territorio di Valenzano. Il bene in questione, infatti, era utilizzato fino a poco tempo fa da un’associazione locale – pur per scopi sociali – in maniera non regolare.

La notizia della trasformazione del bene confiscato di via Martiri di via Fani in una zona verde, si aggiunge a quella dell’assegnazione dei terreni circostanti il Dipartimento di Medicina Veterinaria alla cooperativa sociale “Semi di Vita”. La cooperativa vi realizzerà la “Fattoria dei Primi”, un progetto che prevede la realizzazione di una fattoria sociale su 26 ettari di terreno confiscati alla criminalità organizzata.

Il primo agosto, invece, scadrà il termine ultimo per la presentazione della documentazione per l’assegnazione del bene confiscato in via Pietro Nenni n. 28. Si tratta di tre locali uso deposito per un totale di oltre 700 metri quadrati calpestabili. L’Avviso Pubblico completo si trova nell’Albo Pretorio del Comune.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here