Le piccole stelle della Nicassio brillano alla Ravenna Top Cup: è terzo posto

I giovanissimi di mister Nicassio arrivano al terzo posto dopo aver battuto fra gli altri Torino e Fiorentina

0
431

Da Valenzano a Ravenna per giocare contro Juve, Milan e Paris Saint-Germain. Questa è la favola dei giovanissimi calciatori della scuola calcio ASD Nicassio di Valenzano. La compagine dei 16 ragazzi (tutti 2006 e 2007) ha partecipato alla Ravenna Top Cup, torneo di categoria di caratura internazionale, piazzandosi al terzo posto su 78 partecipanti complessivi.

Per quanto ci fossero tante attese sulla squadra, in pochi si sarebbero aspettati un cammino così importante all’interno della competizione vista la presenza di squadre giovanili di club professionistici. I ragazzi allenati da Gigi Nicassio hanno superato prima una squadra turca, poi il Torino, la Solbiatese, poi la Fiorentina arrendendosi solo in semifinale al Segato di Reggio Calabria, società affiliata alla Juventus.

Prima della semifinale lo speaker ha annunciato i nomi dei ragazzi. Uno di loro è venuto da me e mi ha confidato “mister, mi tremano le gambe”

Mister Gigi Nicassio

Appena tre goal subiti durante tutta la competizione testimoniano la solidità difensiva della squadra che arrivava da soli dieci giorni di preparazione. D’altronde la squadra è formata da prospetti molto interessanti provenienti dalle giovanili del Bari. “Dopo il suo fallimento della società” – spiega l’allenatore Gigi Nicassio – “hanno scelto di continuare la loro crescita nella nostra società”.

La qualità dei campioncini non è infatti passata inosservata agli osservatori delle squadre di Serie A con il Lecce che ha già bussato alla porta per accaparrarsi alcuni di loro. “L’anno prossimo, al compimento del 14mo anno di età, potranno fare il grande salto in società professionistiche. Loro però aspettano la chiamata del Bari per questione di fede calcistica”, spiega il mister.

Grazie al terzo posto nella competizione i ragazzi, che quest’anno parteciperanno al campionato provinciale di categoria, potranno partecipare gratuitamente alla sesta edizione della competizione. “Questi successi sono tutti relativi. Alla loro età l’importante non è la vittoria ma la loro crescita calcistica e sopratutto umana”, così mister Nicassio.

“Il mio sogno è che possano entrare nel calcio professionistico proprio come me trent’anni fa”, dice mister Nicassio. Lui, che è stato protagonista tra Serie B e Serie C con le maglie di Bari, Rimini e Casertana, sa però che non conta solo la bravura. “Questi ragazzi hanno tutto per sfondare ma nel calcio ci vuole tanta dedizione, attaccamento e anche una buona dose di fortuna”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here